Archivi tag: germogli

Germogli: chia

Standard

La chia (Salvia hispanica) è una pianta del Centro-Sud America  usata ampiamente già dagli Aztechi.

I semi di chia contengono tantissimi principi nutritivi importanti (calcio, potassio, manganese) e ci sono stati consigliati per il loro altissimo contenuto di Omega 3, perfetti quindi per integrare la dieta vegetariana della nostra famiglia.

Possono essere usati come i semi di lino e di sesamo da aggiungere a numerosissimi piatti, sia salati che dolci… ancora non sono molto diffusi in Italia e non è facilissimo trovarli, intanto però abbiamo ricevuto in regalo un pacchetto di semi di chia da germogliare, per cui abbiamo sperimentato.

Sono semi mucillaginosi, per cui vanno trattati in modo diverso dagli altri (per esempio ravanelli e lenticchie): io li ho lasciati a bagno per 10 minuti fino a che hanno sviluppato il gel tipico dei semi mucillaginosi (altrimenti conosciuto come effetto uova di rana).

1giorno 1

Poi li ho spostati delicatamente con il dorso di un cucchiaio in un altro piatto per non lasciarli nell’acqua in eccesso.

Li ho bagnati 2 volte al giorno con lo spruzzino in modo più uniforme possibile.

Una sera mi sono dimenticata e il gel si è seccato tutto, ma nonostante tutto il giorno dopo li ho bagnati ancora e il 3* giorno sono spuntati i germogli!

1giorno 3-1

1giorno 3

Al 5* giorno erano pronti! Non sono germogliati tutti, probabilmente quando non li ho bagnati qualche seme non ha resistito.

1giorno 5-1

1giorno 5 

Li abbiamo mangiati spolverati sopra una crema di lenticchie, come sapore sono molto delicati.

gnam

Germogli: ravanelli e lenticchie

Standard

Fare l’orto con i bambini è una bellissima attività: si imparano a riconoscere le verdure, si segue lo sviluppo delle piante, si comprende la diversità delle diverse specie e l’importanza della stagionalità… e tantissime altre cose.

Però non sempre è possibile e recentemente ho scoperto una fantastica alternativa: la possibilità di produrre in casa i germogli da mangiare (grazie a Rosa!).

Non solo è semplicissimo e ma ci vogliono pochissimi giorni per avere i germogli pronti ed è quindi un’attività adatta anche ai bimbi più piccoli.

Avendoli fatti crescere loro dovrebbero essere più portati ad assaggiarli e così si può aggiungere alla loro dieta un elemento ricchissimo di elementi nutritivi preziosi.

vari semi

Quali semi e dove prenderli

Si trovano nei negozi bio bustine di sementi alimentari: è meglio non usare quelli da piantare perché possono essere stati trattati con prodotti nocivi.

Per legumi (lenticchie, ceci etc.), granaglie (grano, miglio etc.), spezie (senape, finocchio, aneto, coriandolo etc.) e semi (sesamo, lino etc.) si possono usare quelli da usare in cucina.

Ovviamente se avete un giardino potete raccogliere i vostri semi!

Meglio evitare le solanacee (patata, peperone, melanzana, pomodoro) che quando germogliano sviluppano sostanze tossiche.

Dove farli germogliare

Esistono germogliatori fatti apposta o si possono creare in casa, io ho optato per il “sistema dei vasetti“: ho scelto alcuni vasetti piuttosto grandi (attenzione che il volume dei germogli aumenta notevolmente man mano crescono!) e li ho chiusi con una garzina fermata da un elastico.

lenticchie e ravanelli

Come farli germogliare

La maggior parte dei semi devono essere tenuti a bagno per 12 ore circa, al buio. Poi bisogna sciacquarli bene e mettere il vasetto capovolto in un contenitore. In questo modo l’acqua non ristagna e grazie anche ai frequenti risciacqui (circa 3 al giorno) i semi rimangono idratati senza che si formino muffe.

Io li ho tenuti sul davanzale vicino al lavandino delle cucina, in modo da averli sottomano e ricordarmi di sciacquarli.

(Crescione, chia e altri semi mucillaginosi vanno fatti germogliare diversamente: sarà il mio prossimo esperimento!)

ravanelli

Come consumarli

I germogli di legumi sono pronti quando emettono la radichetta, mentre quelli di ravanello e la maggior parte degli altri quando spuntano le prime 2 foglioline.

I legumi è meglio consumarli saltati in padella o cotti al vapore per pochi minuti in modo che siano più digeribili, mentre i ravanelli sono ottimi crudi!

lenticchie