Feltro a 26 (piccole) mani

Standard

Ieri per l’ultimo appuntamento della Bottega del Feltro di questa stagione all’Oasi di Galbusera Bianca ho proposto ai bambini di fare un’opera collettiva da lasciare nello Spazio Bimbi dell’Oasi.

Il tema: i colori della primavera, sperando di chiamarla e convincerla a restare con noi a farci un po’ di compagnia!

I colori scelti di bambini sono stati tantissimi, il verde delle foglie e dei prati, il viola e il rosso dei fiori, l’azzurro del cielo, il giallo del sole…

Su una base di colore neutro hanno cominciato a preparare lo sfondo colorato del loro (a)razzo. Ognuno ha lavorato per pochi minuti nella sezione davanti a sé e poi si è spostato nella sezione del vicino, perché fosse un’opera veramente collettiva. Una sola regola: si poteva solo continuare ad aggiungere lana, ma non spostare né togliere quella già messa dal compagno.

preparare1

Preparato lo sfondo l’abbiamo bagnato con acqua calda e sapone e, aiutati dal un pezzo di plastiball per non spostare i pezzi di lana cardata, i ragazzi hanno cominciato a infeltrire.

Anche in questo caso ogni pochi minuti si scambiavano il posto, stratagemma che ha funzionato perfettamente per infeltrire in modo uniforme il loro (a)razzo: a seconda della lunghezza delle braccia e della forza ognuno tendeva a lavorare meglio più o meno vicino al bordo, così si sono completati perfettamente.

infeltrire1

 

Quando l’infeltrimento era ben avviato siamo passati alla fase della rollatura: fondamentale la collaborazione di tutti per arrotolare bene il pezzo, senza pieghe.

rollatura1

E poi hanno sbattuto per bene la loro opera, per rafforzare il processo di infeltrimento delle fibre e rendere il feltro ancora più resistente. Ovviamente questa parte è stata molto divertente!

lanci1

L’opera finita è stata intitolata “Un’esplosione di colori”.

finito1

Alcuni particolari notati dai ragazzi alla fine del lavoro: un occhio che li osservava dal mondo colorato del loro (a)razzo, un ricciolo dorato che al centro dell’opera illumina tutto come un raggio di sole, soffi bianchi di una brezza primaverile che sposta le nuvole e le porta via lontano. Speriamo.

particolarePS questa attività è stata liberamente e umilmente ispirata al bellissimo lavoro proposto da Diana Biscaioli a Feltrosa 2012.

 

Annunci

»

  1. mi fa piacere che il lavoro di Diana sia d’ispirazione: è stato molto interessante lavorare assieme per la fattura del tappeto-mandala e sarà sicuramente altrettanto fruttuoso il lavoro che condurrà il 17 maggio prossimo a Feltrosa. Passate a trovarci, domenica 19 saremo al centro d’Amelia con delle attività aperte al pubblico.
    http://www.feltrosa.com/feltrosa-2013/i-programmi-di-feltrosa-2013/arteterapia-feltrosa-2013.html

    • Io personalmente è un po’ di anni che cerco di venirci, ma siete sempre troppo lontane o io ho impegni improrogabili…l’anno prossimo potreste venire in Brianza così non avrei più scuse! Al Borgo dell’Oasi di Galbusera Bianca ci sono spazi all’aperto e al chiuso per la formazione, da mangiare, da dormire, da camminare, è immersa in una valletta stupenda ma non troppo distante da Milano… http://www.oasigalbuserabianca.it. Oppure c’è un’altra bellissima struttura con cui collaboro nel Parco di Monza, Cascina Costa Alta, che sta per riaprire dopo essere stata ristrutturata completamente, ed è ostello, punto ristoro bio e a filiera corta, all’interno del parco ma facilmente accessibile…www.metacoop.org (non ci sono ancora molte info perché ancora non ha riaperto). Comunque sia… a presto!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...